Teatro Bracco

Se non puoi leggere, ascolta:

Il “Teatro Bracco” fu inaugurato nel 1962 con testi di autori quali Pietro Trinchera e Domenico Romano, Rocco Galdieri e Francesco Cerlone.

Negli anni Trenta quella stessa struttura era chiamata “Sala Tarsia” e vi venivano rappresentate le opere di Di Giacomo e di Bovio, di Scarpetta e di Pietriccione, di Murolo e di Starace.

La “Salita Tarsia” dove ha sede il teatro, si è vista nel celebre film “L’Oro di Napoli” di Vittorio De Sica, nella scena in cui Totò scendeva da quella strada vestito da pazzariello per l’inaugurazione di un negozio di alimentari.

Il Teatro Bracco, oggi ridipinto di rosso fuoco insieme all’Istituto Nautico, sono parte dell’antico Palazzo Tarsia i cui resti di fabbrica, che nei tempi antichi andavano salendo sulla collina insieme ai grandi giardini ormai irriconoscibili e trasformati prima in un mercato all’aperto e poi in una sala per esposizioni, sono ormai scomparsi tra vicoli, decine di trasformazioni e nuove superfetazioni.





Le nostre pubblicazioni:

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.