Progetto di strada alle spalle del Museo Nazionale di Napoli (1927)

Questo progetto sciagurato che per fortuna non fu mai realizzato per la strenua opposizione del soprintendente Amedeo Maiuri, prevedeva una strada ad alto traffico che da piazza Cavour altezza giardinetti passava per piazzetta Gagliardi e poi dietro al Museo Archeologico (annullando i suoi cortili settentrionali) per collegarsi poi a via Salvator Rosa che pure doveva essere in qualche modo allargata.

Maiuri si oppone strenuamente a questo progetto sostenere che l’edificio del Museo non poteva e non doveva diventare uno spartitraffico per autovetture che gli giravano tutto intorno.

Infine non solo egli la spuntò, ma ottenne persino una zona di rispetto vincolata tutto intorno al vecchio Palazzo degli Studi.

Il disegno mostra appunto l’ area del cortile settentrionale del Museo Archeologico (cd. Vanella) attraversato da questa strada, con in fondo Piazza Cavour, mentre a sinistra si intravede l’istituto Colosimo per non vedenti (situato nel convento di Santa Teresa degli Scalzi); nel riquadro in basso la piantina con la strada fra il Museo e l’Istituto Colosimo, che si collega a via Salvator Rosa.

“Napoli – Palazzo de’ Studi”, oggi Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Incisione ottocentesca di autore sconosciuto – inizio del XIX secolo

 

Per averlo sempre comodamente a disposizione potrai trovare il presente blog anche in edizione cartacea.

Tutti gli articoli raccolti in piccoli volumetti in vendita su “AMAZON” a  € 5.20 

Il blog di “Sergio Dattilo” in piccoli volumetti da collezionare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.