La “Torre dell’oro” del maschio Angioino

Il mio blog in versione cartacea: clicca qui

Il Maschio Angioino ( o CastelNuovo – XIII secolo da precedenti fortificazioni) in parte ricostruito da Alfonso d’Aragona, si presenta di pianta irregolarmente trapezoidale ed era difeso da cinque grandi torri cilindriche, quattro rivestite di piperno e una in tufo, e coronate da merli su beccatelli.

Le tre torri sul lato rivolto verso terra, dove si trova l’ingresso, sono le torri “di San Giorgio”, “di Mezzo” (che crollò alle ore 11:30 del 4 agosto 1876) e “di Guardia” (da sinistra a destra), mentre le due sul lato rivolto verso il mare prendono il nome di torre “dell’Oro” e di torre “di Beverello” (ancora da sinistra a destra).

Il castello è circondato da un fossato e le torri si elevano su grandi basamenti a scarpata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.