La stella “Parthenope”

Il simbolo madre di Napoli è la sirena Partenope, in origine avente forma di arpìa, mezzo donna e mezzo rapace, ma in seguito la metà inferiore di rapace fu trasformata in pesce.

Per cui grazie a questa trasformazione certamente più dolce e romanzesca, la sirena Partenope diventò a tutti gli effetti la madre e il simbolo delle origini delle città di Napoli.

Ma non solo in una sirena Napoli può vantarsi di avere una madre così fantastica, ma anche in una stella, la stella Partenope.

Partenope, catalogata secondo la designazione asteroidale come “11 Parthenope”, è un grande e brillante asteroide composto da una miscela di nichel e ferro allo stato metallico e silicati di magnesio e ferro.

Esso fu scoperto l’11 maggio 1850 da Annibale de Gasparis e fu battezzato così proprio in onore della mitologica sirena greca.

Quando de Gasperis individuò Igea nel 1849,

In onore della casa regnante, inizialmente la chiamò “Igea borbonica” ma il doppio termine decadde immediatamente.

Per saltare l’ostacolo gli si suggerì di adottare il nome Partenope almeno per omaggiare il luogo della scoperta, l’osservatorio di Capodimonte a Napoli.

De Gasperis, allora, decise di impegnarsi per individuare un secondo asteroide e realizzare l’impresa di «avere una “Parthenope” nei cieli»; vi riuscì nel maggio del 1850 e da allora Napoli oltre ad avere una madrina marina ne ha anche una…celeste.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.