26/05/1734 il “Regno di Napoli” diventa indipendente

Verso il terzo decennio del XVIII secolo Filippo V di Spagna si alleò con la Francia tramite la quadruplice alleanza con lo scopo di rientrare in possesso del sud Italia strappato alla Spagna dall’Austria nel 1707.

Le truppe spagnole, guidate dal generale Montemar entrarono nel Regno di Napoli, vicereame austriaco, senza trovare opposizione, e occuparono Napoli il 7 maggio 1734, data in cui il giovane Carlo saliva sul trono del Regno di Napoli.

Il giorno seguente Montemar si dedicò a occupare i castelli situati nei dintorni di Napoli.

Nel frattempo il viceré austriaco dopo aver abbandonato Napoli, si diresse con il suo esercito verso Bari dove venne raggiunto da altre truppe dalla Sicilia.

Montemar si diresse verso Bari con l’esercito, l’esito degli scontri fu favorevole agli Spagnoli ed alcuni soldati austriaci si rifugiarono in Bitonto.

Il giorno successivo, i soldati austriaci asserragliati a Bitonto si arresero e si consegnarono come prigionieri agli spagnoli che minacciavano di abbattere le mura a cannonate.

Il generale Montemar, per punire la città di Bitonto dell’aiuto mostrato al nemico decise di farla saccheggiare ma, secondo la tradizione locale, gli sarebbe apparsa dinanzi la Vergine Maria, intimandogli: «Non oltraggiare questa città, poiché essa è la pupilla degli occhi miei e i cittadini sono figli miei, Io la difenderò!».

La città, così, venne risparmiata, i Bitontini, a ricordo dell’evento ritenuto miracoloso, proclamarono l’Immacolata patrona della città.

Altri eventi causarono la rapida conquista da parte degli Spagnoli di tutto il Regno di Napoli, in quanto le altre città del Sud Italia si consegnarono all’arrivo dell’esercito spagnolo, che già nello stesso anno poté procedere a invadere e conquistare il Regno di Sicilia.

Il nuovo re Carlo mantenne separate le corone di Napoli e Sicilia ma mantenne la capitale a Napoli.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.